L'immagine raffigura una persona che scrive gli ideogrammi con pennello e inchistro nero su carta bianca di riso

Sho Do

La Via della scrittura

L'immagine raffiugura una pennellata di inchiostro nero
Lo Shodo è l’arte giapponese della calligrafia. La parola Shodo si compone di due ideogrammi sho (書), che vuol dire “scrittura”, e do (道) che significa “strada”. Quest'ultimo kanji in particolare ha assunto, col tempo, un significato più ampio di “Via” intesa come il percorso di ricerca interiore.

lo Shodo è un’arte che non si basa sulla tecnica ma sulla pratica della meditazione attraverso la scrittura. Come tutte le arti tradizionali giapponesi è interconnessa alla pratica zen del buddhismo, che ricerca l’unione tra mente, corpo e spirito. Tutto il nostro essere deve infatti coltivare la libertà di spirito diventando libero di esprimersi oltre ogni condizionamento. In piedi o seduti, come nella meditazione la postura da coltivare deve essere solida ma rilassata e ancora più importante è la capacità di utilizzare la respirazione per guidare e nutrire il gesto che non deve essere eseguito per se stessi ma per gli altri. Queste caratteristiche ricordano l’esecuzione delle secolari arti marziali orientali: non si tratta di forza e combattimento ma di profonda consapevolezza.