L'immagine raffiugura la silouette di due teste con all'interno una un foglio di carta appallotolato e l'altra l'origami del cigno

Zen Coaching

L'immagine raffiugura una pennellata di inchiostro nero

Ecologia dell'essere

La maggior parte del malessere esistenziale dell'era contemporanea è causato dall'utilitarismo caratteristico della società occidentale.

Ansia, stress, pensieri negativi, demotivazione, angoscia, analfabetismo emotivo, fatica cronica e burnout sono solo alcuni degli effetti deleteri che contraddistinguono l'annullamento dell'animo, un male tipico di questo periodo storico e di cui soprattutto le nuove generazioni soffrono.
Iniziano presto a spengnerti dentro, quando a scuola ti dicono che si studia non per imparare ma per trovare un lavoro. Dove la legge del più forte, della competizione e dell’arrivismo si sovrappone alla capacità di relazione, di provare sentimenti e di saperli esprimere.
Come se vivessimo in una giungla selvaggia ma la verità è che gli animali e persino le piante sono molto più intelligenti di molti uomini che accumulano ricchezza e potere più di quanto ne abbiano effettivamente bisogno sottraendoli agli altri. Se una scimmia accumulasse più frutta del suo fabbisogno privando i membri del suo branco di mangiare verrebbe subito studiata dagli scienziati come un comportamento patologico. Ma per assurdo questo non è il comportamento delle bestie ma degli esseri umani che elevano se stessi abusando delle persone, degli animali o dell'ambiente. Tutto questo è alla base del mal-essere che alimenta i pensieri più torbidi del genere umano.
Una società di questo tipo non è sostenibile e non durerà a lungo. Siamo già oltre il punto di non ritorno e questo è il nostro destino o meglio quello delle generazioni che verranno e che malediranno i propri avi per non aver fatto nulla per impedire al mondo di sprofondare nell’oblio del nichilismo.

Abbiamo perso il valore dell'insegnamento dell’inutilità. Quell’inutilità che è bellezza, arte, musica, poesia, filosofia… viviamo in un mondo dove l’unica intelligenza valorizzata è quella logico-matematica ma abbiamo dimenticato che senza la capacità di osservare dei pensatori, non sarebbe mai nata nessuna scienza. L’inutilità è nutrimento per lo spirito quanto lo è il pane per il corpo. E senza spirito il corpo non si muove più, si ammala e muore. Non dimentichiamoci mai dell’inutilità dell’amore del bacio di una madre per suo figlio. Del colore infuocato delle foglie in autunno. Del profumo frizzante del mare. Del canto melodioso del merlo… Non perdiamo il senso dell’inutilità ed il suo inestimabile VALORE.

Davide Kyōgen Colombu

L'immagine raffiugura una linea di inchiostro nero tracciata con energia

Il metodo Zen Coaching lavora su quel potenziale che sgorga dal profondo del nostro centro portando a piena consapevolezza ed aprendo a nuove vie di sé. Nessuna bacchetta magica ma un percorso di evoluzione che unisce zen e coaching in armonia.

L'immagine raffigura una semplice macchia di inchiostro nero